La Gorizia Corse e Fabio Grendene esordiscono nel Cross Country - Scuderia Gorizia Corse A.S.D.

Intestazione top
Logo 50
Logo 50 mini
Vai ai contenuti
04 marzo 2019
LA GORIZIA CORSE E FABIO GRENDENE ESORDISCONO NEL CROSS COUNTRY

A pochi giorni dalla cena sociale con le premiazioni del 2018 la Scuderia Gorizia Corse avvia il 2019 con due manifestazioni contemporanee, una “statica” e una agonistica.
Domenica 3 marzo in una villa storica vicino Cividale del Friuli si sono svolte le premiazioni del 36° Campionato Automobilistico Friuli-Venezia Giulia dove il triestino Alessandro Cepek si è classificato al 6° posto della classifica piloti rally mentre il suo abituale compagno di abitacolo e concittadino Fabrizio Colja è giunto 7° tra i navigatori.
Tra le scuderie regionali, categoria molto affollata e combattuta, la Scuderia è giunta al 7° posto con la somma dei punti dei migliori piloti delle classifiche rally, velocità e auto storiche, auspicando per l’anno corrente di conquistare almeno un gradino del podio per onorare il 50° di fondazione.
 L’esordio agonistico è avvenuto al 11a edizione dell’Italian Baja di Primavera, prima gara del Campionato Italiano Cross Country, disputata per la prima volta in Veneto nei pressi di Crocetta sul Montello con l’inedita organizzazione del Team Racing 4x4.
Debutto assoluto per la Gorizia Corse e il navigatore Fabio Grendene in questa disciplina fuoristrada che ha visto lo svolgimento di una prova di circa 25 chilometri tra terra, sassi, fango e guadi da ripetersi tre volte sabato 2 marzo e due ripetizioni in ordine inverso il giorno seguente.
L’inaspettata ed entusiasmante chiamata dello sloveno Darij Novak del Team Amd Gorica, unico straniero al via tra i 21 concorrenti, di correre con un pick up Volkswagen Amarok di 4.000 cc e 400 cavalli è stata colta al volo per provare una nuova esperienza con un pilota e un mezzo che hanno corso addirittura alcune edizioni della Dakar sudamericana.
Nella prima prova l’avvio è stato cauto per l’affiatarsi nella lingua slovena, per l’interpretazione dell’inedito road-book e per l’appannamento del parabrezza, mentre nella seconda prova purtroppo ha ceduto il differenziale in un guado e si sono provvisoriamente ritirati.
In assistenza la vettura è stata sistemata per correre con almeno la trazione posteriore e portata in parco chiuso per la ripartenza della domenica.
Con l’handicap tecnico e una personale interpretazione della strada, visto il proseguirsi di imprecisioni nel road-book, il duo si è comunque divertito ed è riuscito a tagliare il sospirato traguardo con onore al 14° posto assoluto e 3° di Classe T1.1.
La preparazione meccanica di Grendene e la capacità di suggerire le note hanno impressionato il pilota che gli ha proposto una collaborazione futura.
Testo: Luca Benossi © Scuderia Gorizia Corse 2019
Foto: Paolo Drioli, 2MPhotoRace, Eventi 4x4, AMD Nova Gorica, Rallyciak
Torna ai contenuti