Il resoconto del Rally Piancavallo 2021 - Scuderia Gorizia Corse A.S.D.

Intestazione top
Logo Gorizia Corse
Logo Gorizia Corse 120x43
Vai ai contenuti
4 maggio 2021
ORO A TERPIN E ARGENTO A MARTINIS SONO IL BOTTINO DELLA GORIZIA CORSE AL RALLY PIANCAVALLO
Il ritorno nei rally in Italia è finalmente arrivato per diversi conduttori della Scuderia Gorizia Corse che hanno atteso con impazienza la 34a edizione del Rally Piancavallo.
Il corposo formato di gara ideato dall’Automobile Club Pordenone e Knife Racing Maniago, la validità quale gara di apertura dell’International Rally Cup e il primo rally in Friuli Venezia Giulia dopo il vuoto del 2020 hanno richiamato ben 142 equipaggi suddivisi nelle tre tipologie di gara internazionale, nazionale e storico.
Superate le sfiancanti e bagnatissime ricognizioni di venerdì 30 aprile, il 1° maggio, dopo il facoltativo e soleggiato shakedown di Poffabro, era prevista la doppia disputa della classica Barcis-Piancavallo, ma prima un problema di collegamenti radio e poi una pioggia torrenziale unita alla nebbia hanno azzerato la corsa ai concorrenti privandoli del 40% del percorso di gara.
Domenica 2 maggio l’inedita prova speciale di Clauzetto e la temuta e lunga prova del Monte Rest hanno messo in grande evidenza i piloti biancoazzurri.
Per la terza volta consecutiva l’abituale navigatore Luca Benossi ha affrontato da pilota l’amata gara avvalendosi della rinnovata Renault Clio Rs dell’Autosport di Marco Comar e del ventiseienne debuttante navigatore triestino Matteo Tinta, vincitore del corso navigatori 2020 della Gorizia Corse.
Dopo un inaspettato e stimolante primo posto di Classe N3 nella asciutta prova di Clauzetto, davanti l’abituale compagno di abitacolo ed esperto pilota Luigi Terpin, nella ripida e bagnata discesa del Monte Rest un errore di guida in una staccata ha portato la vettura ad “abbracciare” una pila di gomme ponendo fine ai sogni di gloria del pilota e alla nuova stimolante avventura dell’efficace navigatore che in pochi giorni ha imparato tantissime nozioni.
Il veterano Terpin si è avvalso della conosciuta Renault Clio Rs e del preciso navigatore Stefano Ierman con cui in passato ha conquistato buoni risultati a livello internazionale.
Con un eccellente primo posto di classe sul Monte Rest hanno subito messo una ipoteca sulla vittoria poi hanno superato tutte le insidie del percorso fino a giungere al traguardo di Maniago al 46° posto assoluto della gara internazionale e alla schiacciante vittoria della Classe N3.
Nella gara nazionale Angelo Martinis sulla personale Citroen Saxò è stato affiancato per la prima volta da Lara Pipan, al rientro dopo diversi anni, e con il consueto passo regolare ed efficace si è divertito a lottare per il podio della Classe N2 che poi lo ha visto salire meritatamente al 2° posto oltre che al 21° posto assoluto.
Con impegno ed abnegazione nelle bagnatissime giornate hanno contribuito a raggiungere questi risultati i meccanici della assistenze: per la Gorizia Corse-Sbf Rallyhard Marco Comar, Lorenzo Franzoni e i nuovi arrivati Luca Diserò e Patrick Corubolo, per la Cg Motors Davide Graputti, Enrico Candoni e Martin Pipan.
Come da diversi anni anche l’attività sportiva 2021 della Scuderia Gorizia Corse gode del sostegno della Cassa Rurale Fvg.
L’imminente ed inedito Slalom di Trieste domenica 9 maggio vedrà al via i piloti Alessandro Cepek, Federico Laurencich, Roberto Marchi e Luigi Terpin.
Testo: Luca Benossi © Scuderia Gorizia Corse 2021
Foto: Claudio Pocar
Torna ai contenuti