Rally di Majano 2015 - Scuderia Gorizia Corse A.S.D.

Intestazione top
Logo 50
Logo 50 mini
Vai ai contenuti
28 luglio 2015
RALLY MAJANO IN CHIAROSCURO PER LA GORIZIA CORSE

Dopo quasi due mesi di sosta è ripresa la partecipazione nei rally per gli equipaggi completi della Scuderia Gorizia Corse che hanno disputato in Friuli-Venezia Giulia il Rally di Majano, valido per il Trofeo Nazionale Rally 3a Zona e per il campionato Alpe Adria Rally Cup.
Molto apprezzato il format della gara con la prova spettacolo disputata in centro a Majano sabato 25 luglio in serata e le prove speciali di Val Cosa, Monte Cuar e Muris, da ripetere tre volte, disputate il giorno seguente.
Luigi Terpin è tornato dopo quattro anni alla guida della Citroen C2 R2, solitamente usata dal figlio Cristian, per testarne gli ultimi aggiornamenti tecnici e affiancato da Luca Benossi ha disputato una gara altalenante.
Inizialmente lo scarso affiatamento con l’auto e una foratura lo hanno fatto retrocedere al 59° posto assoluto su 87 partenti e al sesto di classe R2B su sette concorrenti, poi il tentativo di rimonta è stato vanificato da un malfunzionamento di un ammortizzatore; al traguardo di Majano il duo Terpin-Benossi ha concluso al 40° posto assoluto e sesto di classe R2B.
Angelo Martinis ha condotto un’altra buona gara in ottica campionato Alpe Adria Rally Cup, con a fianco Arianna Valente, da questa gara diventata portacolori della Gorizia Corse.
Inseriti con la Citroen Saxò nella numerosa classe N2 il duo ha scalato in progressione le varie classifiche; a metà gara erano all’ottavo posto di classe su 18 equipaggi e quinti di Aarc su sette partenti mentre all’arrivo hanno concluso al 41° posto assoluto, quinto di classe N2 e soprattutto terzi di Aarc: con questo importante piazzamento nelle classifiche provvisorie di campionato Aarc Martinis rafforza il secondo posto assoluto e il primo di Gruppo 6.
Gara breve e sfortunata per Albert Sosol e Lorenzo Lamanda su Peugeot 106 di classe N2 e in lotta per il campionato Aarc.
Sulla seconda prova in un testacoda hanno danneggiato la parte anteriore della vettura poi nell’ultimo tornante della quarta prova si è rotto un semiasse e sono stati costretti al ritiro.
Testo: Luca Benossi © Scuderia Gorizia Corse 2015
Foto: Paolo Drioli
Torna ai contenuti