La storia della Scuderia - Scuderia Gorizia Corse

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Storia della Scuderia Gorizia Corse
Pagina in allestimento
Oggi, come quarantasette anni fa, lo sport automobilistico a Gorizia porta il nome eloquente e semplice di “GORIZIA CORSE”. Tanti anni fa la parola “automobilismo” a Gorizia era un pretesto, relegato a un numero di amici, per parlare, discutere, litigare, progettare, sognare, bere un bicchiere di birra o di vino, che nella nostra amata città nessuno disdegna, riparlare, ridiscutere e continuare a sognare…
Era l’anno 1969, quando l’Automobile Club di Gorizia apriva ufficialmente la sua sede, allora in via Roma 6, per le riunioni sportive. Nasceva così la scuderia automobilistica “GORIZIA CORSE” suo gruppo sportivo. Erano soci ma soprattutto amici, erano piloti, navigatori, meccanici, fans, simpatizzanti e sponsor (oggi come allora sempre pochi per la verità). C’erano gli Aguzzoni, i Danielis, Cerchiari, Franzoni, Illicher, Pettarin, Tarantino, Tomani, Di Blas, giusto per ricordare qualcuno. Era una sorta di club, ritrovarsi in scuderia era come oggi trovarsi in un bar per discutere della passione comune. Era un sodalizio dilettantistico, tipicamente un’associazione sportiva, senza capitale e senza interessi di lucro. Dopo otto anni interruppe l’attività, per mancanza di piloti e stimoli, ripresa poi nel 1981, con la stessa denominazione.
Capitanata da Aminto Cerchiari, ex pilota goriziano, che con l’organizzazione della prima Gimkana Internazionale Città di Gorizia, nel settembre dello stesso anno, è riuscito a ricreare quell’entusiasmo che mancava, affiancato dagli amici Moise e Franzoni, quest’ultimo appassionato meccanico che si è sempre occupato già dal ’69 delle assistenze in gara, si ricostruì dalle ceneri la “GORIZIA CORSE”.
L’attività della scuderia negli anni successivi si è concentrata più che sul rapporto burocratico e finanziario ai piloti, sull’assistenza tecnica in gara; insomma aiutare i piloti nella scelta e nella realizzazione dei programmi e mettergli a disposizione meccanici preparati, oltre all’organizzazione e alla promozione di manifestazioni sportive. Negli anni 1982 e 1983 si ripropone con l’organizzazione della seconda e terza Gimkana Internazionale Città di Gorizia, manifestazione che nel 2015, anche se non più internazionale, ha raggiunto la ventesima edizione. L’ampio consenso ottenuto dall’opinione pubblica e dagli organi d’informazione, ha fatto si che moltissimi furono i soci che aderirono al sodalizio goriziano.
Ottime si rivelarono pure le capacità organizzative dei dirigenti della “GORIZIA CORSE”, tanto che nel giugno del 1984 è nato il 1° Rally dei Colli Goriziani, riproposto successivamente nel settembre 1985. Decisamente in crescita il Rally dei Colli Goriziani che nel giugno 1986 è stato promosso in prima serie, con validità nazionale.
Poiché la manifestazione è stata superiore alle attese, sia come percorso, sia come organizzazione, alla fine del mese di maggio 1987 la quarta edizione ha toccato il top diventando internazionale valida per il campionato europeo “Alpe Adria”, alla scuderia “GORIZIA CORSE” è stata anche affidata la segreteria nazionale del medesimo campionato. Il leitmotiv della gara è stato il percorso, sconfinando nell’allora Jugoslavia, ora Slovenia, diventando una gara unica nel suo genere.
Una volta raggiunti questi alti livelli, per difficoltà burocratiche e soprattutto economiche, il rally ha subito uno stop.
La scuderia però non s’è persa d’animo e con grosso coraggio nel 1988, a metà novembre, organizza il 1° Slalom in salita dei Colli Goriziani.
Lavorando sodo, la nuova dirigenza con in testa il rag. Francesco Moise, affiancato da molti amici, con determinazione forte e serena di chi crede in quello che fa, organizza il 5° Rally di Confine e dei Colli Goriziani, ripetendo in forma ridotta la quarta edizione.
Purtroppo con la quinta edizione è cominciata la parabola discendente per le manifestazioni automobilistiche della nostra provincia, in quegli anni anche la spettacolare corsa di velocità in salita “Coppa Altopiano Carsico”, organizzata dagli amici della scuderia North East di Gradisca d’Isonzo, ha subito lo stop.
Le ristrettezze burocratiche imposte, unite a quelle economiche, hanno fatto si che le due manifestazioni, che davano lustro alla nostra città e provincia, siano finite nel cassetto dei sogni.
La passione, come si sa, è l’ultima a morire! La scuderia “GORIZIA CORSE” nell’anno 1990, unitamente ad un nutrito gruppo di giovani sportivi, organizza il 23 dicembre il 1° Autoraduno di Natale, competizione amatoriale e propedeutica di regolarità per avvicinare i giovani ai rally. L’Autoraduno di Natale è così diventato negli anni successivi una tradizione che riscuote sempre più successo tra i giovani. Dopo alcuni anni di pausa è stato riproposto, con un buon successo, nel 2014 e l’anno successivo.
Sono passati molti anni e di piloti e navigatori la scuderia ne ha visti passare veramente tanti. Sarebbe bello poter menzionare tutti quelli che in questi anni hanno corso con i colori della “GORIZIA CORSE”, ma sono veramente troppi.
Da sempre la scuderia è attenta ad aiutare i giovani talenti, molti si sono fatti onore, ricordiamone almeno qualcuno: Mattioli, Brancati, Stekar, Mastroianni, Venica, De Cecco e in tempi più recenti Terpin, Grendene, Vida, Laurencich, Lamanda, Florean, Benossi….e  i nostri amici triestini Cepek, Grassi, Jurincich, De Vecchi….
Ancora oggi ci ritroviamo ufficialmente il giovedì sera in scuderia, cascasse pure il mondo! Perché il mondo per gli appassionati di motori era ed è ancora li, in quei pochi metri quadrati, ora in via Cipriani 69, tra muri tappezzati di fotografie, manifesti, coppe che parlano da soli.
Si pianificano, si studiano tattiche tanto infallibili quanto improbabili, ci si avventura in infinite discussioni che vanno avanti sempre fino a notte fonda per poi approdare esattamente al punto di partenza.
Soprattutto si fondono le passioni, nascono le amicizie, si sviluppa affinità, si uniscono le forze per quei momenti esaltanti che sono le gare. Ogni pilota della scuderia è per l’altro un rivale da battere, ma anche una risorsa indispensabile per far meglio degli “altri”. Gli “avversari” per eccellenza sono e saranno sempre quelli delle altre scuderie. Sembrano cose d’altri tempi? Nient’affatto!
La “GORIZIA CORSE”, pur essendo retta dalla sola passione, è un team che difficilmente diventerà professionistico, con officine, attrezzature, meccanici, piloti, navigatori etc. per fare della passione un mestiere. Resterà sempre un team per nuove leve, anche naif se vogliamo, ma non mancherà mai lo spirito di tanti anni fa.
I risultati ottenuti dai giovani (e non solo….) piloti e navigatori della scuderia sono sempre importanti e continuano quella tradizione sportiva iniziata molti anni fa. Sono molti anche quelli che concorrono all’ottenimento di questi risultati, consci che non saranno mai alla ribalta. Questi soci sono il cuore della scuderia e fanno grande lo sport automobilistico. Senza il contributo di tutte queste persone la “GORIZIA CORSE” non si potrebbe vantare né dei lusinghieri risultati ottenuti in campo sportivo, ma nemmeno dei risultati in campo organizzativo.
Sappiamo che in Italia ci sono tante Scuderie come la “GORIZIA CORSE”, tutte composte per la maggior parte da veri appassionati dello sport automobilistico che profondono il loro impegno per pura passione, quasi mai per altri scopi.
Tutte queste Scuderie sono la base che regge questo nostro sport e la “GORIZIA CORSE” è orgogliosa di farne parte e di essere un tassello più meno importante.

Testo scritto da Franco Moise per il libretto 1995 e modificato in minima parte nel 2016.
Ultimo agg.:
SCUDERIA GORIZIA CORSE A.S.D.
 Via Cipriani, n° 69 34170 GORIZIA (ITALIA)
 TEL.3889066317 e-mail  goriziacorse@virgilio.it
 P.IVA N° 00363770314 - C.F. N° 91000950310
 LICENZA C.S.A.I. Organizzatore n° 31787
LICENZA C.S.A.I. Scuderia n° 68568

Torna ai contenuti | Torna al menu