Per Marco De Vecchi la Salita di Cividale è ancora una gara amara - Scuderia Gorizia Corse A.S.D.

Intestazione top
Logo 50
Logo 50 mini
Vai ai contenuti
16 ottobre 2017
PER MARCO DE VECCHI LA SALITA DI CIVIDALE E’ ANCORA UNA GARA AMARA

Giunta alla 40a edizione la corsa in salita Cividale-Castelmonte si è confermata un apprezzato appuntamento di fine stagione che ha richiamato domenica 15 ottobre nell’affascinante cittadina friulana tanti piloti e un numeroso pubblico.
Le validità per la Central European Zone, i campionati nazionali di Slovenia ed Austria, il Trofeo Italiano Velocità Montagna Nord e il Campionato Friuli-Venezia Giulia hanno infatti richiamato 170 concorrenti, 115 con le vetture moderne e 55 con le auto storiche, di cui un terzo stranieri, che si dono sfidati in una splendida giornata soleggiata sull’impegnativo e caratteristico tracciato di 6,4 chilometri che da località Carraria sale al santuario di Castelmonte.
Il portacolori della Scuderia Gorizia Corse Marco De Vecchi, reduce da una stagione impeccabile con cinque piazzamenti consecutivi, puntava ad una posizione da podio nella Classe N1600 e alla rivincita dopo l’ultima e negativa partecipazione del 2013.
Nella migliore qualifica del sabato otteneva il quinto posto di classe su dodici concorrenti a meno di due secondi dal podio mentre domenica già all’inizio di Gara 1 il cambio della Honda Civic restava bloccato in seconda marcia ed otteneva un tempo molto alto.
Purtroppo al ritorno in area assistenza si constatava che il problema non era risolvibile velocemente e De Vecchi era costretto ad abbondonare la competizione. I risultati nelle precedenti gare lo hanno comunque messo in evidenza sia nel Trofeo Italiano Velocità Montagna Nord di Classe N1600 sia nel Campionato Friuli-Venezia Giulia mentre la rivincita con la salita cividalese è rimandata alla prossima edizione.
Testo: Luca Benossi © Scuderia Gorizia Corse 2017
Foto: Paolo Drioli
Torna ai contenuti